Sezione di Roma
Vai ai contenuti

PUP DI ROMA - VIA CRISPI/VIA GIULIA DUE ASPETTI DELLA STESSA FALSA MONETA

Italia Nostra Roma
Pubblicato in Comunicati Stampa · 2 Settembre 2022
Tags: PUPViaGiuliaViaCrispi
(foto Google Earth)
Unico al mondo il centro storico di Roma ospita la forma e spesso i contenuti della storia in una stratificazione che va dalla Roma repubblicana, a quella imperiale e medioevale.
Da quando ne abbiamo coscienza che in quei 15 metri, sotto l’attuale piano di sampietrini e di asfalto, si contiene così tanto in termini di storia di cultura, di monumenti, di futuro (tutto da immaginare con incredibili soluzioni di fruizione), la politica tutta è stata così prudente da fare la metro A, con l'abilità di non toccare questo strato. Ed anche con la metro C si è rinunciato perfino a fare alcune stazioni! Per non intaccarlo.
Ecco per quale ragione non si può concedere il sottosuolo della città UNESCO alle iniziative speculative di privati costruttori di parcheggi sotterranei.
Dopo il triste e forse oggi "pietoso" caso di Via Giulia, (tanto per limitarsi al giardino Barocco), ora il progetto di 4 piani sotterranei di Via Crispi, introdotto dalla Giunta Alemanno che nessuno ha più cancellato.
Da respingere anche e soprattutto per l’accertata scoperta di una Villa Repubblicana, utilissima a testimoniare la forma urbis, e per questo dal 1985 sottoposta a vincolo.
Giova, oggi, ricordarlo a tutti!
Tutto il resto viene dopo.
La dubbia utilità:
A Ludovisi e a Villa Borghese molti, moltissimi stalli sono liberi!
I progetti per rendere utile Il Parcheggio di Villa Borghese sono fermi da anni!
E questo con la presenza di un collegamento ettometrico straordinario tra quel parcheggio e Piazza di Spagna in totale abbandono!
Invece di essere attivissimo e totalmente meccanizzato.
Noi ci preoccupiamo di tutto questo. Ne siamo scandalizzati anzi. Poiché diceva Cederna: "No alle auto nei centri storici, ad eccezione di quelle dei residenti".
E noi di questo parliamo: di un diritto degli abitanti del Centro storico, con centinaia di posti auto esistenti e non utilizzati per i residui e sempre più "scacciati" abitanti del Centro.
Intervenga il Pubblico.
Basta a interventi privati che possono essere legittimi solo fuori dalla Mura Aureliane.



Torna ai contenuti