Sezione di Roma
Vai ai contenuti

LETTERA APERTA DI ITALIA NOSTRA ROMA AL SINDACO DI ROMA

Italia Nostra Roma
Pubblicato in Lettere aperte · 4 Agosto 2022
Tags: TorMaranciaAntonioCederna
Altri 13 ettari dell’antica Tenuta di Tor Marancia di poco meno di 200 ettari complessivi, sono entrati nella disponibilità pubblica del Parco dell’Appia Antica che la ricomprende, grazie innanzi tutto a una battaglia pluritrentennale condotta da Italia Nostra nel nome di Antonio Cederna con un largo movimento di opinione pubblica.
L’inaugurazione apre una nuova stagione di responsabilità istituzionale per la definitiva acquisizione e fruizione pubblica di tutto il suo unico e prezioso patrimonio storico ambientale. Siamo grati al Sindaco Gualtieri per aver mantenuto la promessa elettorale di assumere un impegno primario della nuova amministrazione comunale nel trovare una soluzione in grado di superare gli ostacoli che a tutt’oggi hanno impedito il completamento del progetto a carico del Consorzio dei costruttori con la realizzazione tutte e tre accessi al parco con le attrezzature necessarie nelle aree di sosta e gioco dopo avere ottenuto compensazioni all’insostenibile programma di edificazione per due milioni di metri cubi bocciato in sede giuridica di Valutazione Ambientale con la concessione frazionata di altre aree edificabili in tutto l’Agro romano ultimo consumo altissimo di suolo dovuto alla speculazione fondiaria documentato e denunciato dal l’ISPRA come triste primato della Capitale in un Paese che non ha ancora una legge nazionale sul regime dei suoli altro impegno di Antonio Cederna deputato del Parlamento Italiano.
Grati dunque e orgogliosi di quanto fin qui ottenuto da Italia Nostra con il contributo dato al primo Decreto di vincolo paesaggistico apposto dal Ministero della Cultura nel 1998, all’approvazione della Regione Lazio nel 2003 dell’inserimento definitivo della tenuta nei confini del Parco regionale dell’Appia e infine nel 2008 con la deliberazione della giunta comunale di avvio del progetto di attrezzaggio del parco a carico del Consorzio in un accordo di programma che contemplava la partecipazione al Tavolo dei cittadini riuniti nel Comitato Antonio Cederna per la salvaguardia di Tor Marancia. Grazie quindi al Sindaco per aver trovato una soluzione che ci auguriamo porti a un completo risarcimento alla collettività con la collaborazione del Consorzio dei costruttori. Niente trionfalismi quindi dovuti a titoli ingannevoli di alcuni organi di stampa fin quando non sarà completato il programma in ogni sua parte Accesso n 1 Casali di servizio sentieristica ecc. la vera festa è rimandata ma riconoscenza sì per gli obiettivi condivisi con il Comune e ancora di più con l’Ente di prossimità territoriale che si e fatto carico di affiancare sostenere la lotta dei cittadini lungo vent’anni e più anche quando necessario, in dissenso con la sua stessa maggioranza di riferimento in Comune e nella Regione Lazio.
Fiducia infine nella giovane Giunta e Presidenza dell’VIII Municipio che sta onorando insieme all’Associazione l’Eredità di pensiero e azione di Antonio Cederna nel 2022 centunesimo anno dalla sua nascita.



Torna ai contenuti