Sezione di Roma
Vai ai contenuti

IL CORDOGLIO DI ITALIA NOSTRA PER LA MORTE DI DESIDERIA PASOLINI DALL'ONDA, COFONDATRICE DI ITALIA NOSTRA

Italia Nostra Roma
Pubblicato in Senza categoria · 30 Ottobre 2021
Italia Nostra dice addio a Desideria Pasolini dall’Onda, scomparsa  all’età di 101 a Roma, ultima cofondatrice di Italia Nostra. Con lei se  ne va l’ultima firmataria dell’atto del 1955, sottoscritto anche da  Umberto Zanotti Bianco, Elena Croce, Pier Paolo Trompeo, Giorgio  Bassani, Luigi Magnani Rocca e Hubert Howard.

In una  lunga intervista pubblicata sul Bollettino  n. 477 di Italia Nostra nel 2013  (vai a pagina 42) -  Desideria Pasolini dall’Onda ricorda le tante battaglie ma  soprattutto spiega le finalità innovative e rivoluzionarie che erano  alla base dell’idea associativa: “A differenza delle altre realtà che già esistevano noi siamo stati la prima associazione di volontari che voleva proteggere tutto il patrimonio culturale nella sua interezza.  Avevamo cioè una visione nuova “globale”: non volevamo solo proteggere quel determinato castello, quella villa o quel monumento, ma tutto il  loro contesto e l’ambiente. Così facendo abbiamo reso pubblico il  concetto di territorio. Adesso tutti ne parlano, ma a quell’epoca no.  Sentivamo il dovere di conoscerlo e salvarlo”.

Presidente  nazionale dal 1998 al 2005, si dedica soprattutto alla salvaguardia del  Paesaggio Agrario italiano. Intorno a lei raccoglie brillanti  intellettuali come Nicola Caracciolo e Antonio Cederna e nomi importanti  dell’urbanistica italiana contemporanea, come Vezio De Lucia, Italo  Insolera, Leonardo Benevolo, Bernardo Rossi Doria.  

Nel  2001 il Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi la conferisce  il Titolo di Cavaliere di Gran Croce con la seguente motivazione: “Tra  le donne che hanno maggiormente contribuito alla difesa del patrimonio  storico, artistico e culturale del Bel Paese, Desideria Pasolini  dall’Onda occupa un posto assolutamente prioritario. Le sue generose  battaglie ultracinquantennali per la tutela del paesaggio, sia in Italia  Nostra, di cui è stata fondatrice e presidente, sia in tantissime altre  occasioni, hanno lasciato un profondo segno nella lunga e faticosa storia della tutela ambientale del nostro Paese.”

Con profondo dolore ma anche gratitudine per i suoi meriti indiscussi e la  sua sollecita partecipazione alla vita associativa, Italia Nostra le  tributa l’ultimo, commosso, saluto.

Le esequie avranno luogo martedì 2 novembre, ore 10.00, presso la Chiesa di San Lorenzo in Damaso in Piazza della Cancelleria, Roma.





Torna ai contenuti