Sezione di Roma
Vai ai contenuti

UN SABATO SPECIALE SULL’APPIA ANTICA PER LA GIORNATA EUROPEA DEL PATRIMONIO

Italia Nostra Roma
Pubblicato in Eventi e Visite culturali · 17 Settembre 2022
Tags: GiornataEuropeaDelPatrimonioAppiaAntica
Non potete mancare a questa festa sull’Appia Antica che si terrà il 24 settembre con l’inaugurazione di un pannello informativo a sensorialità aumentata in travertino installato nell’Area del Castrum Caetani davanti al Mausoleo di Cecilia Metella e al Castello Caetani.
Un progetto sperimentale promosso da Italia Nostra in occasione del Centenario di Antonio Cederna e portato a termine in questi giorni con il sostegno della Direzione del Parco Archeologico dell’Appia Antica e l’apprezzamento della Commissione scientifica istituita dal MIC di cui fa anche Italia Nostra per l’Istruttoria di inserimento nell’Elenco Unesco della Via Appia da Roma a Brindisi.

ARCHEOGUIDE-PSA, IL PANNELLO INFORMATIVO A SENSORIALITA’ AUMENTATA PER PERSONE CON DISABILITÀ VISIVA E UDITIVA SULLA VIA APPIA ANTICA
Il pannello, promosso in occasione del centenario della nascita di Antonio Cederna verrà inaugurato il 24 settembre 2022 in occasione della Giornata Europea del Patrimonio presso il Castrum Caetani sulla Via Appia Antica. In quest’occasione saranno mostrati i semplici
sistemi tecnologici adottati.
Sabato 24 settembre 2022 è un sabato speciale per la celebrazione delle GEP - Giornate Europee del Patrimonio (European Heritage Days), la più estesa e partecipata manifestazione culturale d’Europa.

Nell’ambito delle due giornate dedicate al tema: “Patrimonio culturale sostenibile: un’eredità per il futuro” si svolgerà la manifestazione con il programma seguente:

- ore 11,30 Castrum Caetani
Inaugurazione del Pannello informativo a Sensorialità aumentata per persone con disabilità visiva e uditiva promosso da Italia Nostra in occasione del Centenario della nascita di Antonio Cederna.
Che cosa sono le Archeoguide in realtà sensoriale aumentata?
L’immaginazione di un linguaggio di segni tattili e audiovisivi richiamati attraverso l’interazione con un’app, rivolto al futuro, comprensibili da un extraterrestre, virtualmente chiunque non ne abbia altra percezione visitando l’Appia Antica, e che abbiano impresse nei materiali permanenza, durata, portabilità e bellezza.  Si adattino, cioè, alla natura che i monumenti archeologici del sito per primo innovato dalla loro tecnica artigianale, hanno preservato con la propria storia, rispondendo alla necessità di contatto con l’opera d’arte, anche laddove le emozioni che suscita siano per il visitatore occasionale limitate sensorialmente e linguisticamente.
In questa esperienza prototipale le Archeoguide incidono a rilievo su pannelli di travertino i simboli,  gli emblemi e le rappresentazioni della Tomba di Cecilia Metella, avvicinando la sua immagine iconica ad un’emozione immersiva, ma soprattutto includente, che non dissuada anche la percezione olfattiva del paesaggio. Attraverso i valori tattili, uditivi, grafici e in linguaggio Braille che vi sono impressi, i pannelli consentono la percezione del monumento non solo alle persone sorde e cieche, ma anche a chiunque non conosca le lingue in cui le tavole sono scritte o la LIS, ma si addentri casualmente nella sua storia perfino da satellite. Sono tavole eloquenti predisposte per viaggiare nel tempo della memoria anche quando il monumento vi sia remoto, come la mappa di un tesoro nascosto.

- ore 12,30 Sala Conferenze Capo di Bove
Rinfresco preceduto dalla Presentazione in video del progetto sperimentale nelle sue fasi lavorative con interviste ai protagonisti dell’opera portata a termine: funzionari, tecnici e maestranze operaie grazie al sostegno della Direzione del Parco Archeologico, la collaborazione di Coopculture, Italia Nostra e il contributo indispensabile di Archeomatica, Unaquantum,  ASP S. Alessio, Istituto Statale per Sordi e VIII Municipio.
Brevi ringraziamenti di Simone Quilici,  Amedeo Ciaccheri,  Annalisa Cipriani, Renzo Carlucci,  Antonio Organtini, Francesco Cochetti, Luca Bianchi e Paolo Rosati.
Intervento finale di Angela Ferroni Ministero della Cultura Commissione Unesco Appia RomaBrindisi
Saluti finali in musica con il maestro Alessandro Mariano al pianoforte.



Torna ai contenuti